Flat tax: cos’è e come funziona

March 18, 2019
Giorgio
Migliora il tuo business

Per chiarire qualsiasi dubbio riguardo alla Flat Tax, ecco la guida alla Flat Tax 2019 realizzata da Beesy:

Flat tax: cos'è e come funziona il sistema di contribuzione per le partite IVA
Un sistema fiscale semplificato
Aliquote nuove e vecchio regime dei minimi
Benefici e perdita dei requisiti

Flat tax: cos'è e come funziona il sistema di contribuzione per le partite IVA

Nel nostro Paese, fino alla approvazione della Flat Tax, la tassazione è sempre avvenuta unicamente secondo un sistema progressivo e l'Irpef è stata applicata secondo scaglioni dal 23% al 43%.

La Flat Tax, invece, riserva la stessa aliquota fiscale a beneficio di tutti i contribuenti possessori di Partita Iva.
Ma cerchiamo di capire la Flat Tax cos'è e soprattutto come funziona questo nuovo sistema di imposizione fiscale.

La manovra finanziaria, contenuta nella Legge di Bilancio 145/2018, è entrata in vigore il 1° gennaio ed ha portato la novità della cosiddetta "tassa piatta", misura finanziaria sui redditi dei lavoratori autonomi che prevede un'imposizione agevolata.
Si passa, così, da un criterio basato su aliquote crescenti ad una tassazione in cui non sono presenti scaglioni e vi è una percentuale uguale per tutti i ricavi.

Ma chi sono i destinatari? Per adesso solo le partite iva e i liberi professionisti che hanno adottato il regime forfettario e il cui reddito non supera i 65.000 euro. A questi contribuenti, titolari di partita IVA, viene applicata un’imposta sostitutiva proporzionale, al 15%, che sostituisce l'IRPEF, le addizionali e l'Irap.

Va ricordato, però, che non possono usufruire di questi vantaggi i lavoratori autonomi che hanno svolto la professione per i medesimi clienti nei due periodi di imposta precedenti. Inoltre è escluso:

- chi pur essendo residente in Europa non produce almeno il 75% del reddito in Italia
- chi ha partecipazioni in società di persone, imprese familiari e associazioni
- chi controlla direttamente o indirettamente società a responsabilità limitata o associazioni in partecipazione che esercitano attività economiche riconducibili a quelle svolte individualmente come impresa o arte/professione
- chi ha una attività soggetta ad un regime speciale ai fini IVA

Aliquote nuove e vecchio regime dei minimi

Abbiamo visto la Flat Tax come funziona e cosa si intende per tassa piatta ma ora è opportuno allargare il discorso e vedere qual è l'aliquota destinata ai redditi superiori.

Coloro che hanno conseguito ricavi maggiori di 65.000 euro ma inferiori a 100.000 euro, nel 2020 potranno usufruire dell'aliquota al 20%.
Superati i 100.000 euro di ricavato i contribuenti rientrano nel regime di tassazione ordinario.

Il vecchio regime dei minimi, invece, continua ad essere in vigore per coloro che hanno avviato l'attività prima del 31/12/2015: questi soggetti fiscali continueranno a godere dei benefici del regime adottato fino al termine del periodo di cinque anni o al raggiungimento dei 35 anni di età.

Merita un cenno la Flat Tax per imprese come le start up: in questo caso l'aliquota è del 5% per 5 anni.

Un sistema fiscale semplificato

Da quanto enunciato nel paragrafo precedente appare evidente che dal 2020 le aliquote saranno due: una al 15% e l'altra al 20%.
Quindi, fondamentalmente, si tratta di una dual tax stabilita in base al principio di progressività tipico del sistema fiscale italiano.

Ma vediamo come funziona nello specifico la "tassa piatta" rispetto ai requisiti di accesso.

La prima cosa da sottolineare è che la soglia di ricavo stabilita è indipendente dal codice ATECO dell'attività.
Le tasse con imposta sostitutiva vengono applicate all'imponibile che è dato dal prodotto tra coefficiente di redditività e fatturato.


Per la Flat Tax un esempio permette di capire più di tante parole come viene semplificato il sistema fiscale.
Come è noto i coefficienti di contribuzione variano a seconda del codice e sono compresi tra il 40% e il 78%, di conseguenza cambiano gli importi a parità di reddito. Inoltre va ricordato che la soglia di 65.000 euro è comune a tutti i possessori di Partita IVA.
Se portiamo ad esempio un commerciante all'ingrosso e al dettaglio, il cui coefficiente di redditività è del 40% e produce un reddito di 62.000 euro, il reddito forfettario è di 24.800 euro, a cui si applica l'aliquota del 15%: l'imposta risultante è di 3.720 euro.
Lo stesso reddito di 62.000 euro prodotto da un professionista dei servizi finanziari ed assicurativi il cui codice di attività è pari al 78%, avrà un reddito forfettario di 48.360 ed una imposta pari a 7.254 euro.

Come si può vedere uno dei vantaggi della Flat Tax è sicuramente la facilità di effettuare i conteggi autonomamente.

Benefici e perdita dei requisiti

Per l'applicazione della Flat Tax per Partite IVA nel 2019 devono essere calcolati i ricavi ottenuti nel 2018 e se questi non superano i 65.000 euro è consentito l'accesso all'aliquota agevolata.

Ma se i ricavi del 2019 saranno superiori a tale limite, nel 2020 si avrà la decadenza dal beneficio anche se nel periodo di imposta del 2019 il contribuente ha usufruito dell'aliquota al 15 %.
In questo senso trova applicazione la legge 190/2014, comma 71, in base alla quale "il regime forfettario cessa di avere applicazione dall'anno successivo a quello in cui viene meno la condizione".

Per le partite IVA aderire alla Flat Tax significa non essere obbligati ad emettere fatture in formato elettronico a meno che il destinatario sia la Pubblica Amministrazione e gli adempimenti fiscali sono meno impegnativi.

Aderire alla flat tax, però, è una scelta che deve essere fatta con consapevolezza dopo aver fatto alcune valutazioni che permettono di capire la soggettiva convenienza.

Si devono considerare, in primo luogo, la quantità di detrazioni fiscali 2019 perché possono essere applicate nel regime ordinario mentre nel regime agevolato sono forfettarie. Di conseguenza se le detrazioni sono numerose potrebbe rivelarsi più conveniente scegliere la tassazione ordinaria, secondo la quale sono detratte in modo analitico.

Per un professionista non sempre è facile comprendere qual è la tassazione più vantaggiosa e come svolgere gli adempimenti: a volte sono proprio le tasse i punti su cui è necessario avere un supporto. Beesy è il partner ideale per le PMI e per i professionisti perché si occupa degli adempimenti fiscali per il regime ordinario e forfettario e calcola la tassazione in tempo reale.

caricamento

Potrebbero interessarti...

Iscriviti alla newsletter di Beesy e ricevi consigli settimanali su come far crescere il tuo business

Thank you! Your submission has been received!
Oops! Something went wrong while submitting the form.
Beesy S.r.l. | Via Alserio 20, 20159, Milano, Italia
P.IVA: 10348740969 | N° REA MI 2524928 | Capitale sociale € 15.250 (i.v.) | beesy-srl@legalmail.it